Numero Verde: 800.508.965 Contattaci frontofficeblanc@gmail.com
Numero Verde: 800.508.965 Contattaci frontofficeblanc@gmail.com

Soffri di gengivite da molto tempo?

Soffri di gengivite da molto tempo?

E’ possibile che questa degeneri in parodontite.
La Parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della cura delle patologie a carico dei tessuti di sostegno del dente come gengive e osso.

Queste patologie infiammatorie e degenerative, chiamate anche piorrea o parodontite, se lasciate incurate, portano alla successiva distruzione dei tessuti circostanti i denti e infine alla perdita di quest’ultimi. Quando l’igiene orale è trascurata, infatti, i batteri che popolano il cavo orale formano la cosiddetta placca dentale, uno strato appiccicoso, nel quale i germi possono moltiplicarsi indisturbati.

Il momento fondamentale della terapia parodontale è quello della “terapia non chirurgica”, ovvero delle sedute di igiene (detartrasi e levigatura delle radici).
La “terapia chirurgica” parodontale è riservata a quei pazienti in cui la terapia non chirurgica non è stata in grado di eliminare completamente le cause dell’infiammazione dei tessuti attorno ai denti e/o per cercare di ridurre i danni prodotti dalla malattia parodontale.
La diagnosi di malattia parodontale si esegue attraverso un sondaggio, facendo scorrere uno strumento millimetrato (la sonda parodontale) tra dente e gengiva lungo tutto il perimetro, infatti, è possibile valutare se i tessuti di sostegno sono correttamente attaccati a livello dei colletti dei denti (in questo caso, infatti, la sonda penetra per non più di 3-4 mm nel solco gengivale).
In presenza di malattia parodontale, i tessuti di sostegno dapprima si staccano dal colletto dei denti, e successivamente vanno incontro ad un processo di distruzione. In questo caso la sonda penetra tra dente e gengiva per più di 3-4 mm, e ci si trova in presenza di una “tasca parodontale”. Nella profondità delle tasche l’ossigeno è scarso ed i batteri che distruggono l’osso possono proliferare (batteri anaerobi). Nella diagnosi vengono utilizzati anche gli esami radiologici: risultano importanti per formulare un piano di trattamento, in quanto radiologicamente si possono valutare dei parametri importanti quali la lunghezza delle radici, la loro forma e la quantità di supporto residuo, e, talvolta, il tipo di riassorbimento di osso avvenuto e l’eventuale perdita di supporto (ovvero la mancanza di osso) in mezzo alle radici dei molari.


 

Related Posts

Contattaci

Tel: 800.508.965









    I dati personali richiesti nel Contact Form possono essere utilizzati unicamente per rispondere alla richiesta specifica da me inviata

    SEGUICI SU